Città intrisa di storia e cultura, la romanticissima Venezia offre un variegato panorama di attrazioni e attività per i suoi visitatori. Dall’impressionante architettura ai magnifici musei visibili anche con un giro in gondola lungo il Canal Grande, la “Serenissima” è una scelta perfetta per trascorrere una vacanza da sogno.
Dopo aver scelto dove prenotare l’alloggio preferito, vi invitiamo a leggere le nostre migliori proposte e i nostri migliori consigli per sfruttare al meglio i vostri giorni nella “regina dell’Adriatico”.

Passeggiare per Piazza San Marco

La prima sosta per moltissimi turisti è Piazza San Marco, fulcro cittadino per antonomasia.
Spesso descritta come una delle più belle piazze a livello universale, le è stato attribuito l’appellativo di simbolo della “Serenissima” per diversi secoli, nonché luogo di tutte le più celebri cerimonie religiose e civili.
Tralasciando il fatto che la sua gloriosa architettura è stata la ragione predominante per assicurare alla piazza la sua globale reputazione, Venezia vanta anche il fatto di ospitare numerosi edifici storici di un valore inestimabile, senza considerare nemmeno la sua peculiarissima rete di trasporto pubblico su acqua.
Quasi senza ombra di dubbio i più famosi edifici situati a Piazza San Marco, due dei quali sarebbe imperdonabile non visitare, sono la Basilica di San Marco e il Palazzo Ducale.

Piazza San Marco

Piazza San Marco. Foto di Robert Montgomery via FlickrCC

La Basilica di San Marco è la chiesa più importante di Venezia e annoverata, internazionalmente parlando, quale uno dei più raffinati esempi nel contesto dell’architettura bizantina. Dalla sua cima i visitatori possono godere di un’incredibile vista aperta su Piazza San Marco. Tuttavia, è all’interno della Basilica che gli occhi possono brillare alla vista delle bellezze create dall’uomo. Gli interni sono decorati con un mix di arti bizantina, romanica e gotica, sorretti da colonne scolpite nei lontani XII e XIII secoli e, addirittura, due colonne autoportanti si pensa che derivino dalla Siria del V o VI secolo. La prima attrazione della Basilica è in ogni caso il “Trafugamento del corpo di San Marco”, ovvero il mosaico esterno più antico.
Il Palazzo Ducale è considerato un altro importantissimo simbolo della città. L’edificio in stile gotico vanta un’architettura diversa rispetto ai molti altri palazzi storici medioevali, dovuta alla collocazione delle logge nella parte inferiore e le solide mura al di sopra. I visitatori possono passeggiare al suo interno e ammirare la Scala dei Giganti, i soffitti ornati con magnifiche opere d’arte e il piano interrato che un tempo imprigionava i detenuti nelle sue innumerevoli celle.  

Rilassarsi a bordo di una gondola lungo il Canal Grande

Viaggiando in gondola (un tempo il solo mezzo di trasporto) sulla principale via di comunicazione di Venezia, il Canal Grande, si può ammirare la città sotto un’altra prospettiva. I visitatori galleggiano pigramente sull’acqua facendosi trasportare dal gondoliere e possono godere della vista di maestosi palazzi, chiese e altri edifici monumentali. Una visione così pittoresca e gradevole del canale può essere anche esperita affacciandosi dai quattro ponti che attraversano il canale lungo tutta la città: Ponte di Rialto, Ponte degli Scalzi, Ponte dell’Accademia e Ponte della Costituzione.
Da questi punti si notano le attività cittadine che non vengono svolte per mezzo delle automobili, bensì dalle gondole che navigano colme di prodotti freschi, materiali per l’edilizia e molto altro.

Canal Grande

Canal Grande. Foto di Trish Hartmann via FlickrCC

Visitare gli innumerevoli musei cittadini

Il numero dei musei in città è talmente alto che sarebbe impossibile visitarli tutti in una sola vacanza. Tuttavia, ce ne sono alcuni considerati veri e propri must sees e non si può lasciare la città senza aver solcato i loro pavimenti e ammirato le loro meraviglie.
Le “Gallerie dell’Accademia” sono soprattutto celebri per le sculture scolpite dal grande maestro del Rinascimento Michelangelo, il cui David viene spesso riconosciuto senza averlo mai visto dal vivo. Ad ogni modo, i visitatori possono inoltre apprezzare opere d’arte di altri grandi artisti italiani quali Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Pontormo, Andrea del Sarto, Alessandro Allori e L’Orcagna. Ca’ Rezzonico vanta il primato per la sua posizione sul Canal Grande e ospita il Museo della Venezia del XVIII secolo, la cui straordinaria architettura lo rende un contesto eccezionale da ammirare e visitare. Si consiglia di non perdere la Sala del Trono. I visitatori possono letteralmente fare un salto indietro nel tempo nella storia veneziana visitando il Museo Correr, dimora di alcuni dei più splendidi capolavori artistici italiani. Il Museo di Storia Naturale di Venezia propone una visione differente della città rispetto agli altri musei e, anch’esso situato sul Canal Grande, si concentra essenzialmente sulla natura della laguna che circonda la città.
Per sperimentare qualche cosa di ancora più originale e caratteristico ci si può dirigere al Museo di Palazzo Mocenigo che colleziona abiti e costumi tipici della Venezia antica.

Trascorrere una serata a teatro

Venezia ha una lunga tradizione per l’opera che ha avuto origine con l’inaugurazione del primo teatro nel 1637. Sebbene recarsi ad assistere l’opera, con l’avvento della televisione,  sia una tradizione che va sempre più scemando nel corso degli anni, è stato registrato un incremento, benché minimo, del teatro quale forma di intrattenimento e Venezia con un certo orgoglio annovera alcuni dei più affascinanti teatri sulla scena europea. Quello più celebre e frequentato tanto dai Veneziani quanto dai turisti è il Teatro La Fenice. Gli altri, di certo non meno importanti, sono invece il Teatro Goldoni, il Teatro Malibran o il Teatro Fondamenta Nuove. Sulla terraferma c’è il Teatro del Parco, situato al centro del più grande parco cittadino.

Teatro La Fenice

Teatro La Fenice. Foto di Miguel Mendez via FlickrCC

Con il naso all’insù tra le maestose chiese

Venezia accoglie sulla sua laguna più di 200 chiese pertanto, similmente a quanto si diceva prima per i musei, risulta alquanto impossibile poterle visitare tutte e in maniera approfondita in una sola vacanza. Al contempo, è però anche impensabile (e forse anche vergognoso) non varcare la soglia di almeno un paio di questi edifici prestigiosi e nobili che, spesso, sono indistinguibili dagli altri palazzi circostanti. Santa Maria della Salute, o La Salute, è una basilica minore collocata all’incrocio tra il Canal Grande e il Bacino di San Marco sulla laguna. Edificata in segno di gratitudine per l’estirpazione della peste nel XVII secolo, la chiesa a pianta ottagonale è il simbolo della devozione alla Vergine Maria ed è ricca di simboli mariani. La Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari è considerata una delle principali chiese della città e ospita al suo interno alcuni dei migliori capolavori artistici e monumentali del Rinascimento veneziano. Anche la Basilica di San Giovanni e Paolo, una tra le più grandi chiese in città, si è guadagnata l’appellativo di basilica minore. La chiesa di San Zaccaria conserva ancora la salma del padre di Giovanni Battista sotto al secondo altare sulla destra. Per concludere questa brevissima panoramica sulle chiese veneziane citiamo Santa Maria dei Miracoli, costruita in marmo, con colonne sulle mura esterne e un frontone semicircolare.

Santa Maria della Salute

Santa Maria della Salute. Foto di Kevin Poh via FlickrCC

Relax al lido

Il lido sabbioso di Venezia si estende per 11 chilometri ed è il luogo ideale per trovare un po’ di pace e relax sotto all’ombrellone o fare una camminata scalzi sulla battigia. I visitatori potranno qui respirare un’atmosfera totalmente diversa e godersi il panorama caratterizzato da lunghi viali alberati residenziali, automobili, biciclette e strade asfaltate. Il posto migliore è il Gran Viale Santa Maria Elisabetta, sul quale si trovano diversi bar e negozi. Poco distante si trova la rinomata cittadina di villeggiatura estiva Jesolo, la cui spiaggia è annoverata tra le più belle e pulite del Mare Adriatico.

Lido

Lido. Foto di tangi bertin via FlickrCC

Esplorare la ricca architettura

La bellissima architettura veneziana non si limita esclusivamente a chiese e piazze. Un altro edificio spettacolare sul Canal Grande è il Ca’ d’Oro, un palazzo eretto nel XV secolo in pieno stile gotico veneziano con motivi floreali, aperto al pubblico come galleria. Quando lo si visita, è consigliato di fare una sosta per ammirare Ca’ Pesaro, un palazzo barocco in marmo che ospita una collezione di sculture e quadri risalenti ai secoli XIX e XX. La Scuola Grande di San Marco è uno degli edifici storici della città e vanta il primato per la sua posizione di fronte a Campo San Giovanni e Paolo, una delle più grandi piazze di Venezia. Recentemente ristrutturata, al momento è possibile visitare i suoi interni.

Ca’ d’Oro

Ca’ d’Oro. Foto di imagea.org via FlickrCC

Assaggiare le prelibatezze della cucina locale

Un viaggio a Venezia non potrebbe concludersi senza aver assaggiato le delizie gastronomiche che offre la sua gustosissima cucina. Va da sé che la cucina veneziana sia famosa per i suoi piatti a base di pesce e i visitatori che desiderano averne un assaggio di qualità eccezionale sono invitati a prenotare la cena al ristorante Alle Testiere, con soli 22 posti a sedere e un orario che va dalle 19:00 alle 21:30.
Ciascuna pietanza viene cucinata al momento dallo chef e varia a seconda di quello che è stato acquistato la mattina stessa al mercato ittico. Un’opzione leggermente più economica, ma non per questo con pesce meno fresco, è l’Acquastanca, che conserva l’arredamento dell’ex panetteria del locale. Oltre al buon pesce fresco è possibile degustare anche ottimi vini oppure mangiare a pranzo al bar esterno. Chi invece predilige la carne può consumare un gustosissimo pasto al ristorante Al Gondolieri, che offre tipici piatti veneziani a base di carne e, sebbene situato in una zona turistica, è molto frequentato dai Veneziani. I visitatori alla ricerca di un classico piatto di pastasciutta possono recarsi al ristorante Dal Pampo, situato in periferia e con un menu che offre pietanze semplici, economiche e molto gustose. A Venezia vanno molto di moda gli snack bar, la Vineria All’Amarone ne è un ottimo esempio per togliersi quel languorino a qualsiasi ora del giorno e della notte. Oltre alla varietà di snacks e affettati misti, offre anche un paio di piatti di pasta, zuppe e secondi, accompagnati da buon vino al bicchiere per soli 3€. L’Osteria Al Ponte è un altro snack bar e la gente è solita stare in coda anche a lungo pur di mangiare le sue enormi patate arrosto entro le 21:00, quindi affrettatevi!

Mercato ittico

Mercato ittico. Foto di Lee Crowley via FlickrCC

Siete mai stati a Venezia? Cosa non può mancare secondo voi nell’agenda delle cose da visitare o da fare?