Capisci di essere a Barcellona quando..

..una sola persona detiene il primato per il numero di monumenti da lui stesso creati.

Chiunque capiti a Barcellona rimane sicuramente stupito dall’imponente architettura che lo circonda, non a caso questa è stata l’unica città ad essersi aggiudicata la Royal Gold Medal nel campo architettonico, un premio assegnato ogni anno dal lontano 1848 dal Royal Institute of British Architects a nome della monarchia britannica. Tuttavia, non tutti i visitatori sono a conoscenza del fatto che molti dei principali edifici e monumenti cittadini sono stati progettati dalla stessa persona, il celeberrimo Antoni Gaudí. Le sue opere coprono tutta la superficie urbana e tra le più famose annoveriamo Casa Batlo sul Passige de Gracia e, collocata proprio di fronte, La Predrera. Ultimo, ma non di certo per importanza, il grande lampione a Placa Reial. Sicuramente l’edificio più noto a livello internazionale rimane comunque La Sagrada Familia, la maestosa basilica che, dal 1882 è ancora in fase di costruzione e non è ancora stata terminata.
Questo periodo di tempo ha di gran lunga ecceduto quello impiegato per costruire secoli addietro le piramidi nell’antico Egitto!

La Sagrada Familia

La Sagrada Familia. Foto di -ted via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..un pasto di tre portate consiste in dolce, dolce e ancora dolce.

EspaiSucre (lett. spazio di zucchero) è la creazione innovativa del pasticcere Jordi Butrón. Anche se qualche ingrediente salato si riesce ad intrufolare all’interno del menu, la maggior parte dei piatti proposti è una serie di dessert offerti sotto forma di tapas. Per chi desiderasse approfondire l’argomento e non solo limitarsi ad assaggiare queste prelibatezze, la pasticceria impartisce corsi di cucina sia a professionisti del settore sia a principianti curiosi.

Pasticceria EspaiSucre

Pasticceria EspaiSucre. Foto di Robert Young via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..i treni non sono guidati dai conducenti.

Niente paura, è tutto sotto controllo. Barcellona gode di una rete di trasporto pubblico condotta e azionata in maniera del tutto automatica, senza la necessità di avere alla guida il conducente o personale di bordo.
Il primissimo sistema di questo tipo su un’intera linea metropolitana è stato inaugurato sulla linea 2 (adesso integrata nella L5), introdotto nel 1961. Insieme ad altri pochissimi Paesi al mondo che adottano un sistema operativo di questo livello, Barcellona offre la possibilità di salire a bordo e viaggiare per mezzo di tecnologie che hanno portato anche alla programmazione dei nostri moderni computer.

Metropolitana di Barcellona

Metropolitana di Barcellona. Foto di Mathieu Marquer via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..San Valentino non è celebrato il 14 Febbraio.

Tradizionalmente il giorno di San Valentino a Barcellona esiste e viene celebrato come nel resto del mondo il 14 Febbraio. Tuttavia, se mai capitaste in città il giorno di Sant Jordi (lett. San Giorgio) non stupitevi nel vedere coppiette di catalani passeggiare per la città a braccetto come se Cupido li avesse appena colpiti con le sue frecce. La leggenda di Sant Jordi parla di prodezza e romanticismo e narra che l’eroe abbia tratto in salvo una bellissima principessa dalle grinfie di un orribile dragone intento a dare fuoco al suo villaggio. Sebbene non sia festa nazionale, si tratta di una festività che la popolazione locale intende celebrare passeggiando per le vie della città tenendo in mano libri e rose avvolti in nastri dai tipici colori della bandiera catalana. Secondo la tradizione gli uomini omaggiano le donne con le rose e queste, a loro volta, con libri. Curiosità: la tradizione non si limita esclusivamente alle coppiette di innamorati ma si estende anche come simbolo di amore e affetto per madri, figli, amici etc.

Rose per il giorno di Sant Jordi

Rose per il giorno di Sant Jordi. Foto di Oh-Barcelona.com via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..scopri di visitare lo stadio più grande in tutto il continente.

Barcellona ospita il magnifico stadio Camp Nou che, con una capienza di quasi 100.000 tifosi, si aggiudica il titolo di stadio più grande in Europa e terzo a livello internazionale, nonché “casa” del famosissimo club calcistico FC Barcelona. Perché proprio Barcellona ha uno stadio così imponente? Semplice, quello precedente era troppo piccolo per ospitare tutti i numerosissimi tifosi sfegatati! Curiosità: I supporter della squadra sono chiamati culés, che significa “culi” in lingua catalana. Il soprannome lo hanno guadagnato frequentando il vecchio stadio perché era talmente basso che, per vedere la partita, i tifosi si sedevano sul tetto e le persone che passavano per la strada vedevano i loro.. fondoschiena! Se foste davvero fortunati potreste trovare alcuni biglietti per la partita tra FC Barcelona e Real Madrid CF. L’atmosfera che si respira durante questo spettacolo è qualcosa di sensazionale poiché queste sono le due squadre più tifate e amate in Spagna. Cosa rende ancora così speciale Camp Nou? Ospita il museo del FC Barcelona, il più visitato in tutta la Catalogna. Non esiste nessun’altra città al mondo così preparata e attenta per i suoi fan come Barcellona.

Camp Nou

Camp Nou. Foto di Börkur Sigurbjörnsson via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..non riesci a credere che le sue spiagge siano vere.

La costa di Barcellona è meravigliosa, sabbiosa, una perla sul Mediterraneo. A stento viene da pensare che questo paesaggio naturale così bello si possa trovare in città, specialmente da quando la città è stata nominata migliore città marittima al mondo secondo National Geographic. Sta di fatto che la spiaggia lunga 4,5 chilometri sia stata modificata interamente dall’uomo in occasione delle Olimpiadi, migliorandola e creando nuovi punti strategici. Fino al 1992 infatti la costa era puramente utilizzata per scopi industriali.

Barceloneta Beach

Barceloneta Beach. Foto di Chase O’Black via FlickrCC

Capisci di essere a Barcellona quando..

..sorseggi un drink all’ice bar, direttamente sulla spiaggia.

El Somorrostro Beach non gode solo di un’ottima posizione sul Mediterraneo, bensì ospita anche il famoso Icebarcelona, l’unico ice bar al mondo posto direttamente sulla spiaggia. Non si sa più resistere al caldo torrido estivo? Fate allora un giro all’interno di questo bar interamente scolpito in ghiaccio con una temperatura media che va dai  -2° ai -10°C. Questa è un’esperienza unica che è possibile fare solo a Barcellona.

Icebarcelona

Icebarcelona. Foto di malditofriki via FlickrCC

E infine, capisci senza ombra di dubbio di essere a Barcellona quando..

..ogni mattina ti affacci alla finestra del tuo appartamento Wimdu e ti svegli in una delle città più belle del mondo, a prescindere dal numero di opere di Gaudí presenti sulle sue strade. Avete già trascorso un periodo in questa magica città? Quali sono secondo voi le sue unicità e bellezze particolari?