Gli stili di vita sono un argomento interessante: ciò che è normale in un Paese può essere del tutto inusuale in un altro. Alla luce di questo e della nostra presenza a livello internazionale nel settore del turismo, ci è sembrato interessante svolgere un sondaggio per alcuni dei nostri 150.000 appartamenti di Wimdu su questa tematica per notare le differenze che variano da Paese a Paese. Il risultato è assolutamente intrigante: leggete per vedere che cosa abbiamo scoperto.

Una vacanza al sole con i bambini? In Turchia naturalmente

DiffCity-IG-IT-blog
Sebbene ci si possa aspettare Italia e Spagna in vetta alla classifica dei Paesi più adatti alle esigenze dei bambini, in realtà è la Turchia il posto più adatto per le vacanze in famiglia. Oltre il 72% dei proprietari affitta appartamenti dotati di ogni comfort per le famiglie. Ma non è tutto qui: i proprietari che offrono alloggi con letti extra per bambini tendono ad essere per la maggior parte austriaci, forse perché le donne austriache partoriscono in media 1.4 bambini a testa?

Scandinavi, gente focosa

DiffCity-IG-IT-blog2

Con temperature medie invernali che si aggirano tra i -6°C e i 4°C, nel profondo Nord stare al caldo non è certamente un fattore da sottovalutare! Non solo moltissimi alloggi presentano al loro interno una vasca da bagno (il 42% solo in Danimarca per l’esattezza), ma sono numerosi quelli che includono anche saune e caminetti. Il concetto di ‘hygge‘ è un esempio lampante di come i Danesi concepiscano il clima del lungo inverno. Culturalmente lo si potrebbe tradurre come “stare insieme” oppure “benessere”, anche se non esiste una traduzione ufficiale. I danesi lo intendono come una sensazione piacevole o qualcosa di più specifico, come ad esempio una serata trascorsa davanti al fuoco a leggere un buon libro oppure a chiacchierare con parenti e amici. Il termine è talmente azzeccato da far posizionare sempre la Danimarca in cima alla classifica mondiale delle Nazioni Unite per la felicità!

Lavare i piatti a mano? Ai danesi proprio non piace

DiffCity-IG-IT-blog3

Sembra proprio che danesi e austriaci siano i popoli più pigri per quanto riguarda compiere le faccende domestiche! In Danimarca infatti il 78% degli alloggi ha a disposizione una lavastoviglie, al contrario di noi Italiani, dove l’elettrodomestico è in possesso solo in un quarto di tutti gli alloggi.

Danimarca, il regno degli animali

DiffCity-IG-IT-blog5

Pochi proprietari impazziscono all’idea di ospitare animali domestici. Solo l’11% degli inglesi permette agli amici a quattro zampe di accompagnare i padroni. Rispettivamente il 14% e il 17% sono le percentuali di americani e olandesi, mentre i danesi aprono il loro cuore, oltre alle porte di casa, agli animali svettando in classifica con un 48%.

Divieto di fumo negli States, nel Regno Unito e in Germania. In Danimarca è invece permesso

DiffCity-IG-IT-blog6

Oggigiorno fumare all’interno delle mura domestiche è visto come un tabù e, da quando è stato proibito nei luoghi pubblici lo scorso decennio nella maggior parte del mondo occidentale, sempre meno persone tendono a fumare in casa. Nonostante il divieto stabilito nel 2007, oltre il 90% dei proprietari danesi permette di accendersi una sigaretta all’interno dei loro appartamenti. Strano a dirsi, gli olandesi sono invece piuttosto rigidi in materia: solo il 26% dei proprietari affitta alloggi dove è possibile fumare.

Un viaggio in Olanda? Internet non sarà mai un problema

DiffCity-IG-IT-blog7

Quasi tutti i proprietari in Europa occidentale offrono la connessione internet nei loro alloggi Wimdu ma, pur essendo ben ad oriente, la Turchia vanta una percentuale di ben 84%! Nell’Europa meridionale la connessione è disponibile nella maggior parte degli alloggi: il 63% in Spagna solamente, percentuale pressoché identica alla Germania.

Questo sondaggio ha rivelato molte curiosità e sicuramente abbiamo imparato cosa aspettarci in certe situazioni di viaggio per il futuro. E se provassimo a rifare il sondaggio tra qualche anno, quali risultati scopriremo? Chi vivrà, vedrà!