Il Lago di Garda va senza dubbio incluso tra le piú straordinarie bellezze del nostro paese. Sia per chi non l’ha mai visitato prima d’ora, sia per chi abita qui nei dintorni, vi sono moltissimi luoghi da esplorare, cittadine da scoprire, spiagge dove rilassarsi al sole: vi proproniamo una guida alle attrazioni e città piú imperdibili su ogni sponda del Lago, sperando che possa esservi d’aiuto nell’organizzazione delle vostre gite estive!

I paesi dell’Alto Lago

Riva del Garda, Limone e Malcesine si trovano a breve distanza l’uno dall’altro, e sono le città piú belle della zona Nord del Lago: se ne avete la possibilità visitatele tutte, anche in un sol giorno.

Riva del Garda

Riva del Garda é situata sulla sponda appartenente alla provincia di Trento ed é il punto di partenza perfetto: da qui é possibile raggiungere Limone in soli 40 minuti di battello. Facendo un giro in centro, noterete le attrazioni simbolo del paese, come la Torre Apponale, costruita nel XIII secolo come torre di guardia a difesa del porto e della piazza, nonché la Rocca Scaligera e la Chiesa dell’Inviolata, il monumento più maestoso della città. Riva é uno dei centri turistici di punta sul Lago di Garda sin da metá Ottocento, infatti molti personaggi celebri l’hanno visitata, tra cui Nietzsche, D.H. Lawrence, Kafka e i fratelli Mann.

Chiesa dell'Inviolata

La Chiesa dell’Inviolata a Riva del Garda. Foto di Alex via Flickr Cc.

Limone e Malcesine

Limone é un bellissimo borgo vivace sulla sponda bresciana del Lago. É d’obbligo una visita alle Limonaie, ovvero i resti dei giardini di limoni di cui parlò anche Goethe nel suo Viaggio in Italia: patrimonio storico e architettonico di grande importanza, i giardini-serra sono circondati da tre lati da alte muraglie aggrappate alle montagne, costruite nel Settecento per proteggere le piante dai venti invernali, e molte di esse sono state recentemente restaurate dalle amministrazioni comunali. Limone dista soli 20 minuti da Malcesine: qui merita una visita il Castello Scaligero, situato nel centro storico, a picco sul mare: salendo gli scalini fino alla sommità della torre più alta si gode di una meravigliosa vista sulla città e sul lago, e all’interno si può visitare il museo dedicato alla flora e alla fauna del lago, nonché la casa dove alloggiò Goethe. Da Malcesine parte inoltre la seggiovia per il Monte Baldo: anche da lassù, naturalmente, godrete di una vista mozzafiato, e potrete inoltre gustare alcuni dei più deliziosi piatti tipici nel ristorante della baita in cima al monte.

Malcesine

Il Castello di Malcesine. Foto di Tony Hisgett via Flickr Cc.

Il Basso Lago

Sirmione

Sirmione é una delle città più amate del lago sin da tempi antichissimi, ed era molto amata dal poeta Catullo, che apparteneva a una delle ricche famiglie romane che si recavano qui in villeggiatura. A Catullo sono intitolati infatti i resti della più grande villa romana dell’Italia settentrionale che pare appartenesse proprio alla famiglia del poeta, e che é nota oggi come le Grotte di Catullo. Situati sulla punta della penisola su una scogliera con vista mozzafiato sul lago, i resti architettonici lasciano ad intendere la grandiosità della costruzione originale, e sono giustamente considerati il luogo più suggestivo di Sirmione. Anche la Rocca di epoca scaligera merita una visita. La darsena, un tempo rifugio della flotta, é perfettamente conservata, e salendo fino alla torre si puó anche da qui godere di una meravigliosa vista su città e lago. Probabilmente però una delle cose più belle da fare a Sirmione, sin dai tempi degli antichi Romani, é rilassarsi in spiaggia, e qui ve ne sono ben otto: la più grande é il Lido delle Bionde, e si trova nei pressi delle Grotte di Catullo; la sua posizione, circondata dal lago con una vista bellissima, ma a due minuti dal centro storico, nonché i servizi offerti, fanno si che questa spiaggia sia la più frequentata; se preferite qualcosa di piu tranquillo e unico, scegliete invece la Spiaggia Giamaica, raggiungibile solo in barca o a piedi durante la bassa marea.

Grotte di Catullo

Le Grotte di Catullo a Sirmione. Foto di Cinzia I via Flickr Cc.

Peschiera del Garda

A Peschiera del Garda troverete invece uno dei monumenti più noti e visitati della zona: il Santuario della Madonna del Frassino. Il santuario fu costruito nel 1510 quando un contadino, dopo essere stato morso da un serpente mentre lavorava nei campi, invocò la Madonna, che gli apparve in visione avvolta nella luce nei pressi di un frassino. La cappella fu costruita sul luogo del miracolo, e ad essa é annesso un convento e un albergo e punto di ristoro. La storia e lo spirito della comunità di frati che custodisce il santuario e la pace che ispirano sia la cappella che il magnifico chiostro interno fanno sì che il luogo sia molto amato e spesso frequentato anche dagli abitanti della zona. Fra le varie spiagge di Peschiera, la più originale é la Bracco Baldo Beach, aperta dal 2011 e attrezzata per accogliere i vostri amici a quattro zampe, recintata da ogni lato e con tre accessi al lago.

Peschiera del Garda

Peschiera del Garda. Foto di János Korom Jr. via Flickr Cc.

Il Lato Est

Lazise e Bardolino

Lazise vi conquisterà con il suo porticciolo colorato ricco di ristoranti affacciati sul canale, le sue antiche mura scaligere, le stradine ricche di negozi, il castello che domina il paese e il bellissimo lungolago, dove potrete fare shopping al mercatino serale e anche fare lunghe passeggiate: seguendo la pista ciclo-pedonale del lungolago infatti potrete arrivare a piedi – o in bici – fino a Bardolino e Garda! E se arrivate a Bardolino in tempo per l’aperitivo, non mancate di fare una visita alla Cantina Zeni e Museo del Vino: partecipando al tour, potrete non solo visitare il museo ma degustare i vini della produzione propria e gli assaggi di cibi locali con abbinamenti davvero gustosi e interessanti.

Bardolino

Il centro di Bardolino. Foto di Ştefan Jurcă via Flickr Cc.

Il Lato Ovest

Il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera

Se vi é possibile non mancate di fare una visita al Lato Ovest, e nello specifico a Gardone, non fosse altro che per visitare il Vittoriale degli Italiani, complesso di giardini ed edifici fatto costruire da Gabriele D’Annunzio e dedicato alle vittorie italiane in guerra. È importante ricordare di prenotare una visita per poter accedere alla Prioria, la vera e propria casa di D’Annunzio, dove potrete fare un viaggio nella personalità del poeta ammirando gli oggetti eclettici e bizzarri che gli appartennero, il suo studio, e la camera dove morì. Altri edifici da non perdere sono il Museo della Guerra e D’Annunzio Eroe, e naturalmente il Mausoleo con la tomba di D’Annunzio, che raggiungerete attraversando il bellissimo giardino.

Manerba

Ultima tappa del nostro viaggio é Manerba, dove vi invitiamo a recarvi al Parco Archelogico della Rocca a picco sul lago: bellissimo sia come punto di osservazione davvero spettacolare da cui ammirare il lago, sia come occasione di una bellissima passeggiate tra le rovine storiche o di picnic nel parco: le buone ragioni per visitare la rocca non mancano, e se dovessimo scegliere un solo luogo dove consigliarvi di andare per una vista panoramica sul lago, sarebbe senza dubbio questo, anche perché meno turistico di molte altre località più gettonate come Lasize o Sirmione.

Tomba di Gabriele D'Annunzio

La tomba di D’Annunzio all’interno del Vittoriale. Foto di Edoardo Costa via Flickr Cc.

Non ci resta che augurare buon viaggio a tutti i fortunati che hanno in programma una vacanza al Lago di Garda quest’estate!